17 consigli e suggerimenti per la cucina e la casa

Qui è possibile consultare tutti i consigli e suggerimenti per la cucina. Rimedi casalinghi e consigli facilitano la vostra quotidianità in cucina.

Cuocere e cucinare

  • Salvare le zuppe e le salse troppo salate.

    A chi non è mai successo? Si continua a salare e improvvisamente ci si accorge di avere esagerato. C’è un solo rimedio: versare nella pietanza una patata cruda tagliata a dadini e farla cuocere per breve tempo.

  • Preparare la maionese a mano.

    Ingredienti:
    • 2 tuorli freschi
    • 1-2 cucchiaini di senape
    • 4-5 dl di olio di semi di girasole, arachidi o colza
    • 2 cucchiai di aceto di vino bianco o succo di limone
    • pepe e sale.

    Importante:
    tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

    Mescolate in una ciotola i tuorli con la senape. Aggiungete l'olio a goccia e mescolate energicamente con la frusta. Versate l'olio solo quando il composto sarà bello denso. Aggiungete di tanto in tanto un po’ di succo di limone o di aceto e continuando a mescolare versate l'olio a filo finché la maionese non avrà raggiunto la giusta consistenza. Aggiustate infine di sale e pepe.

    Consigli:
    • se la maionese impazzisce, si può integrare poco a poco, sempre mescolando, un tuorlo fresco sbattuto
    • se la maionese è troppo densa, aggiungete un po’ di aceto, succo di limone o acqua
    • se è troppo fluida, aggiungete più olio
    • aggiungete alla maionese quark o yogurt naturale per renderla più leggera
    • condite la maionese con qualche spruzzo di salsa di soia

  • Ketchup fatto in casa.

    Per un litro di ketchup smezzare:

    • 1 kg di pomodori d'insalata, togliere i piccioli e tagliuzzare a dadini.
    • Sminuzzare finemente 4 cipolle e dorarle in poco olio d’oliva
    • aggiungere 2 spicchi d’aglio e i pomodori
    • bagnare con 1 dl di aceto di mele
    • aggiungere 2 chiodi di garofano e 2 foglie d’alloro
    • coprire con un coperchio e lasciar sobbollire per 1 ora a fuoco basso
    • Togliere i chiodi di garofano e le foglie d’alloro
    • condire con 3 cucchiai di miele, sale e un cucchiaino di spezie alla paprica
    • lasciar cuocere a fuoco medio altri 5 minuti
    • ed infine passare il tutto con un mixer a immersione

    Consiglio: per una variante esotica aggiungere semplicemente del curry.

  • Un modo semplice per sbucciare l’aglio.

    Appoggi di piatto la lama del coltello su uno spicchio d’aglio e lo schiacci premendo o dando un colpo secco. La buccia si staccherà quasi da sola. Per pulire diversi spicchi d’aglio è meglio prendere un tagliere.

  • Salse leggere per l’insalata.

    Per preparare una salsa per l’insalata leggera sostituite semplicemente una parte dell'olio con del brodo saporito. Tra l'altro, i brodi esenti da grasso della Nahrin si possono sciogliere nell’acqua fredda. Al fine di mescolare bene tutti gli ingredienti potete usare il frullino per la panna oppure utilizzare un barattolo della marmellata col coperchio, così gli ingredienti li potete scuotere bene.

  • Consigli per l’insalata.

    • Una concentrazione elevata di vitamine e sali minerali è garantita solo nell’insalata fresca. Per questo motivo è opportuno comprare l’insalata, se possibile, sempre fresca di giornata.
    • Le insalate crude vanno preparate appena prima di essere mangiate.
    • Lavare l’insalata solo brevemente, così da non lavar via anche le vitamine.
    • Il condimento va preparato e messo sempre all’ultimo momento prima di servire l’insalata, così che questa resti fresca e croccante.
    • Per una leggera fragranza di aglio: strofinare l’insalatiera con uno spicchio d’aglio.
    • Per ottenere un intenso aroma di basilico, mischiare nell’insalata foglie di basilico intere.
    • Le insalate di pasta, riso e patate vanno miscelate al condimento il prima possibile, mentre gli ingredienti freschi vanno aggiunti all’ultimo momento prima di servire.
    • Per un gusto fruttato provate a condire utilizzando aceto di lampone, balsamico di mele o succo di limone.
    • Per cambiare gusto, aggiungere salsa di soia, worcestershire (worcester) o pasta di acciughe.
    • Per completare potete addolcire il condimento, aggiungere del miele, dello zucchero o del ketchup.

  • L'olio di oliva.

    L’olio di oliva è ottimo non solo per la preparazione di piatti freddi, ma anche per arrostire, grigliare e addirittura friggere. Come altri oli, anche per l’olio di oliva occorre prestare attenzione a non scaldarlo al di sopra di 175 gradi. Il punto di calore critico può essere riconosciuto dall’odore di bruciato e dallo sviluppo di fumo. Se entrambe hanno luogo, si è superato il punto di fumo. In questo caso bisogna gettare sia l’olio, sia la pietanza che è stata arrostita con esso, per il bene della vostra salute. L’olio di oliva va conservato in un posto fresco e protetto dalla luce.

  • Des asparagi.

    Gli asparagi si gustano meglio se freschi. Se cigolano, quando si strofinano i gambi l'uno con l'altro, sono freschi. Ancora prima di prepararli posateli per 10 minuti nell’acqua gelida, così si potranno sbucciare con più facilità.

    Per prepararli posate gli asparagi nell'acqua salata bollente oppure nel brodo alla verdura ed aggiungete un po' di zucchero e di burro. Il tempo di cottura dipende dal diametro dei gambi ma possiamo ben dire che per gli asparagi bianchi ci vogliono 15-20 min e per quelli verdi 8-15 min.

    Potete anche surgelarli. Per questo preparate e confezionate bene gli asparagi e quando li consumerete, aggiungeteli semplicemente all'acqua in ebollizione nel loro stato surgelato e fateli bollire come di consuetudine.

  • Uova.

    • Prima di cuocerle, portare le uova a temperatura ambiente: nelle uova prese direttamente dal frigorifero, i gusci si rompono più velocemente.
    • Utilizzate uova di 7-14 giorni: si sbucciano meglio delle uova fresche. I gusci sono anche meno delicati e i danni meno probabili.
    • Se un uovo si rompe durante la cottura, aggiungete nell’acqua della pentola un po' di aceto o dell’olio. Così facendo non uscirà dal guscio.
    • Se le volete sode cuocetele circa 9 minuti. Se sono fredde dal frigo, il tempo di cottura si allunga di circa 3 minuti.
    • Fate attenzione che i gusci siano lisci se desiderate colorarle. In questo modo il risultato sarà più uniforme.
    • Se non sono passate sotto l’acqua fredda dopo la cottura, le uova bollite possono essere conservate senza problemi fino a 1 mese, ma solo se si tratta di uova colorate (con coloranti alimentari). Questo perché il colore richiude le parti porose del guscio, mentre le uova cotte non colorate non sono conservabili a lungo.
    • Quelle danneggiate andranno però consumate il più presto possibile.

  • Caffè.

    • Più il caffè è fresco e maggiore è la varietà di aromi che sprigiona.
    • Conservare il caffè il più a lungo possibile nella confezione originale, affinché sia protetto da luce, ossigeno e umidità. Infatti il caffè contiene fino al 20% di grassi che possono ossidarsi e diventare rancidi.
    • Pulire la macchina del caffè a intervalli regolari; se usata frequentemente, pulirla almeno una volta alla settimana.
    • Non dimenticare assolutamente di pulire il contenitore del caffè con acqua calda.
    • Se l’acqua è molto calcarea, la macchina del caffè può incrostarsi. Usare un filtro per proteggere l’apparecchio.
    • Preriscaldare le tazze: in questo modo il caffè sarà caldo più a lungo.
    • Non preriscaldare i bicchieri per il latte macchiato, altrimenti la separazione di latte, schiuma e caffè non riuscirà.
    • Dato che in alcuni apparecchi automatici la porzione di caffè è macinata già dopo l’ultimo caffè erogato, per avere un caffè fresco la mattina gettar via la prima porzione.
    • Non congelare il caffè.

  • Salse.

    Se una salsa è troppo liquida, invece di utilizzare un legante, potete renderla più densa con polvere per purè di patate o concentrato di pomodoro. Se una salsa si ritira, è sufficiente aggiungere della panna e mescolare con il frullatore a immersione. Se invece volete regolare il sapore, potete provare l'aceto balsamico o il miele come alternative.

Conservazione e pulizia

  • Un’ottima insalata fresca.

    Per evitare che l’insalata verde avvizzisca velocemente, avvolgerla semplicemente in uno straccio da stoviglie umido e conservarla in frigorifero. L’insalata resterà fresca fino a una settimana.

  • La zucca è matura?

    È tempo di zucca, ma se la zucca non ancora matura anche il gusto sarà un po’ acerbo. Perciò ecco il nostro consiglio: una zucca matura si riconosce dal suono. Se picchiettandola con il pugno la zucca suona “vuota”, allora il gusto sarà buono. Inoltre un picciolo già trasformatosi in legno è un segno di buona qualità.

  • Congelare il vino.

    Se non si finisce una bottiglia di vino, si può versare il resto in forme per il giaccio e congelarlo. Una volta congelati, i cubetti di vino ghiacciati potranno essere usati perfettamente per cucinare, ad esempio per insaporire le salse. Lo stesso vale per il vino bianco o il succo di limone fresco.

  • Vasi puliti.

    Spesso è difficile pulire le caraffe e i vasi di vetro piccoli o stretti.

    Il nostro consiglio: versatevi un cucchiaio di riso o del sale grosso, del detersivo e acqua. Ora coprite l’apertura con la mano e scuotete con forza. Così il vetro diventerà di nuovo splendente.

  • Rinfrescare rapidamente le bottiglie.

    Fate un miscuglio di acqua, cubetti di ghiaccio e sale riempiendo un grande recipiente, meglio sarebbe in parti uguali. Mescolate bene il tutto ed aspettate brevemente. La temperatura del miscuglio calerà rapidamente e così potrete subito rinfrescarci le vostre bottiglie. Tra l'altro nel gergo professionale questo sistema si chiama "abbattere la temperatura".

  • Consigli culinari: Eliminare le tracce di carota

    Le carote lasciano spesso le loro tracce arancioni su taglieri, grattugie o mixer. Queste colorazioni sono dovute al beta-carotene, impiegato spesso anche come colorante naturale. I caroteni sono liposolubili, cioè si sciolgono nei grassi, e possono quindi essere eliminati strofinando gli utensili con dell’olio prima di lavarli. Le macchie di carota sui vestiti possono essere eliminate facilmente lasciando i vestiti all’aperto al sole: le macchie scompariranno come per magia.