In che modo è possibile ripristinare l’equilibrio acido-basico?

Stanchezza, fiacca e mancanza di energia? L’iperacidificazione può influenza-re negativamente il nostro benessere. Lo stile di vita e di alimentazione at-tuale può spesso portare a un’iperacidificazione dell’organismo. Di conse-guenza, molte persone si trovano oggi ad affrontare il problema di uno squili-brio acido-basico, senza perlopiù immaginare che la causa dei loro disturbi possa risiedere nell’iperacidificazione.


Cosa si intende per equilibrio acido-basico?

Un profilo acido-basico equilibrato assicura che il valore del pH dell’urina resti compreso nella fascia ideale leggermente basica da 7,35 a 7,45. Il valore del pH è determinante ai fini di una funzionalità metabolica ottimale e dei relativi processi di respirazione, circola-zione, digestione, ecc. Sono infatti svariati i fattori che possono causare un incremento dell’acidificazione all’interno dell’organismo.

Fattori di influenza sull’equilibrio acido-basico


• Alimentazione (cibi acidificanti e alcalinizzanti)
• Scarsa attività fisica
• Affaticamento fisico estremo
• Stress
• Scarsa assunzione di liquidi
• Medicamenti



Quali sono gli alimenti acidificanti?

L’eventuale sapore acido di un cibo non significa automaticamente che esso eserciti un'azione acidificante sull’organismo. Sono invece determinanti in quest’ottica le relative caratteristiche chimiche. In relazione all’equilibrio acido-basico, è possibile suddividere gli alimenti in tre gruppi:

Alimenti alcalinizzanti:

  • frutta e verdura
  • patate e zucca
  • insalata in foglia
  • semi germogliati

Alimenti neutri o quasi neutri:

  • olio d’oliva
  • acqua minerale
  • tè alle erbe non zuccherato

Alimenti acidificanti:

  • carne
  • pesce
  • uova
  • cereali
  • formaggio


Gli alimenti neutri non alternano di fatto l’equilibrio acido-basico, mentre gli alimenti alcaliniz-zanti, da un lato, e quelli acidificanti, dall’altro, possono sbilanciare l’equilibrio rispettivamente in un senso o nell’altro.



Conseguenze dell’iperacidificazione

Se l’equilibrio acido-basico viene alterato per un periodo prolungato, possono insorgere vari sintomi aspecifici. Disturbi più diffusi:

• stanchezza, esaurimento
• ridotta efficienza, indolenza
• dolori articolari e muscolari diffusi
• problemi legati alla digestione, bruciore di stomaco


Come si riconosce l’iperacidificazione?

• Sintomi aspecifici come stanchezza cronica, ridotta efficienza, mal di testa ecc. (v. sopra)

• Misurando il valore del pH dell’urina previa prescrizione del medico di base


In alternativa, il valore del pH dell’urina può essere annotato anche in un diario alimentare, indicando i rispettivi alimenti come acidificanti o alcalinizzanti. Particolare attenzione deve essere dedicata all’annotazione delle dosi di liquidi assunti e al tipo di bevande, in quanto le bibite gassate e il caffè possono influenzare in modo determinante il valore del pH. Grazie a un diario di questo tipo, è possibile monitorare in modo molto semplice e chiaro l’andamento del pH nell’organismo. All’occorrenza, il diario può essere poi discusso insieme a un nutrizio-nista.


Gli ammortizzatori del nostro organismo

Gli acidi e le basi prodotti durante la scomposizione dei cibi nel processo metabolico vengo-no «ammortizzati» senza difficoltà dall’organismo. Tuttavia, la costante attività di attenuazione del carico acido può ripercuotersi a discapito della salute e del benessere generale. Fragilità ossea e calcoli renali, ridotta efficienza e gotta sono solo alcuni esempi delle potenziali conseguenze di un’iperacidificazione insidiosamente in crescita, che gli ammortizzatori natu-rali dell’organismo faticano sempre di più a compensare.

Ecco i vari ammortizzatori all’interno del nostro organismo:

Sangue: contiene sostanze in grado di assorbire gli acidi in eccesso
Polmone: attraverso la respirazione
Reni: secrezione di acidi
Ossa: composti basici a base di calcio vengono rilasciati dalle ossa
Tessuto connettivo: può «immagazzinare temporaneamente» gli acidi
Pelle: secrezione di acidi attraverso il sudore



Basico Balance pH di Nahrin

Il nostro complemento alimentare, l’alcalinizzante in polvere «Basico Balance pH», può contribuire a preservare l’equilibrio acido-basico del suo organismo. Esso apporta inoltre preziose sostanze minerali e oligoelementi.

«Basico» come fonte integrativa di sostanze minerali


• Calcio
• Potassio
• Magnesio
• Selenio
• Ferro
• Zinco
• Manganese
• Rame


Gruppo target Basico in polvere


• Sportivi: come supplemento di sostanze minerali (contrazione muscolare, perdita attraverso il sudore)
• Donne (ossa, livelli di ferritina)
• Persone anziane (funzione renale)
• Tutti coloro che desiderano sostenere il loro equilibrio acido-basico
• Amanti della pasta e delle grigliate

Ordini subito con spedizione porto franco


Fonti di riferimento: Società Svizzera di Nutrizione www.sge-ssn.ch